Come scegliere la racchetta per i più piccoli. Niente panico

Scegliere la racchetta
Istock

Un’operazione facile quanto delicata. Se poi sono i più piccoli i destinatari, tutto cambia. Ecco i consigli

Loro sono lì che entrano in campo, anzi addirittura siamo ad altezza spogliatoio, e voi avete già il magone nel vederli vestiti da campioncini di tennis. Questo forse è lo scenario realistico che accade a chi guarda un proprio figlio o parente avvicinarsi al tennis per la prima volta. E allora la domanda sorge spontanea: qual è l’equipaggiamento giusto di cui dotarsi? Diciamo subito che per non sbagliare bisogna sì concentrarsi sull’abbigliamento, ma non bisogna dimenticare per questo il centro del gioco. Ossia la racchetta. Come sceglierla?

17,11€
disponibile
Ebay.it

LEGGI ANCHE: Come vedere gratis i playoff di Serie B

Scegliere la racchetta: tutti i consigli

Partiamo dal fatto che i piccoli possono cominciare a giocare anche a 2/3 anni. E che anche per quell’età esistono racchette adatte alla stazza dei piccini. L’importante è misurare l’altezza del bambino e consultare le tabelle relative ai centimetri da tenere in considerazione in base a questi parametri. Vi ricordiamo che gli indici per selezionare una racchetta giusta sono principalmente questi. La dimensione testa, il peso, il punto di bilanciamento, lo schema incordatura e il profilo.

22,00€
25,00
disponibile
7 nuovo da 22,00€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 25 Giugno 2019 15:48
18,69€
30,99
disponibile
1 nuovo da 18,69€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 25 Giugno 2019 15:48

Generalmente le racchette più corte sono prodotte in alluminio e hanno una fattura leggera proprio per adattarsi a un braccio piccolo e poco potente. Attenzione comunque a valutare il peso della racchetta, se risulta troppo gravoso può rendere più difficile il gioco. Infatti una racchetta maggiormente pesante ha bisogno di più spinta per muoversi in armonia con la tecnica.

Andando avanti nel nostro ragionamento, dovete anche misurare la frequenza di gioco. Una presenza in campo di una volta a settimana può concentrarsi solo sulla maneggevolezza dell’attrezzo mentre già una presenza più elevata può tenere in considerazione parametri come la traiettoria e quindi una punta più pesante. Altri parametri da valutare sono la grandezza del piatto corde, più è ampia più sarà facile colpire la palla, e la misura della mano, che deve essere salda sull’impugnatura.

Per la fase di apprendimento gli esperti consigliano di avere un peso tra i 180 grammi e 245 grammi. Per il perfezionamento invece, si tiene in considerazione una dimensione del piatto corde tra 640 cm e 685 cm.

Siccome infine parliamo di una maniera di vivere lo sport che deve essere anche legata al divertimento, vi consigliamo anche di lasciare ai piccoli la scelta del colore e del design che più piace a loro. Sarà un modo per coinvolgerli e avvicinarli a questo fantastico sport, mentre gli adulti li guardano, per una volta, a distanza.